L'apertura di una palestra: come procedere | Blog Magicline Italia [GUIDA]

L’apertura di una palestra

tutti i migliori suggerimenti e i consigli degli esperti

L'apertura di una palestra

Introduzione

Hai deciso di procedere all’apertura di una palestra? Bene, congratulazioni vivissime!

Se sei arrivato fin qui, allora avrai certamente già letto il nostro articolo sui primi passi da compiere per aprire una palestra, vero?

Se è così, a questo punto non ci resta che passare al prossimo step e dare vita al tuo progetto imprenditoriale!

In quest’ottica, Magicline offre gratuitamente supporto nell’apertura di una palestra:

Richiedi la tua consulenza gratuita

L’apertura di una palestra: in franchising o indipendente?

È questa una delle domande più importanti da porsi prima di dare vita al proprio progetto imprenditoriale in ambito fitness.

Per aiutarti nella scelta tra franchising o palestra indipendente, quindi, abbiamo messo a punto un comodo riepilogo che evidenzia tutti i vantaggi e gli svantaggi di un’affiliazione.

Vantaggi del franchising:

  • Il marchio:
    Se da un lato l’apertura di una palestra in franchising permette di sfruttare la forza di un brand già consolidato sul mercato, dall’altro comporta un significativo risparmio in termini di investimenti marketing.

    Non a caso, infatti, l’utilizzo di un marchio già avviato si traduce in una maggiore semplicità e rapidità di penetrazione del mercato di riferimento.
  • Il posizionamento  
    Ogni catena di franchising si posiziona in un determinato target di clientela e l’esperienza acquisita può essere tranquillamente utilizzata per accelerare l’apertura di una palestra.

    Ciò significa dunque poter contare fin da subito su una strategia marketing chiara e delineata, oltre che a materiale pubblicitario predefinito ed attività promozionali di successo.
  • Bacino d’utenza
    Appoggiarsi ad una catena di franchising significa poter contare anche su un supporto di natura logisitica per quanto riguarda la scelta della giusta location.

    Di conseguenza, la casa madre provvederà ad individuare la località migliore per l’apertura di una palestra ed evitare accuratamente la concorrenza interna con altri gestori appartenenti allo stesso network.
  • Vantaggi finanziari
     
    L’autorevolezza e la consolidata presenza sul mercato di una determinata catena di franchising costituiscono canali preferenziali per l’accesso al credito.

    Inoltre, i volumi di acquisto che una casa madre effettua per i propri affiliati comporta dei costi d’acquisizione molto più contenuti rispetto agli standard di mercato.
  • Formazione regolare
    Far parte di un network di franchising permette di beneficiare costantemente di una serie di corsi di formazione in modo da poter contare su di un Team sempre preparato e aggiornato.  

Svantaggi del franchising:

  • Costi d’apertura elevati
    In genere, l’apertura di una palestra all’interno di un network di franchising comporta una serie di costi iniziali piuttosto significativi.

    Pertanto, risulta doveroso segnalare le principali voci di costo: il capitale minimo d’investimento, le fee d’ingresso, le attrezzature e i canoni mensili.
  • La scelta del network
    Individuare il modello di franchising maggiormente in linea con le proprie esigenze è spesso un’impresa piuttosto ardua.

    Purtroppo, non esiste una risposta generalmente valida per tutti i progetti imprenditoriali in ambito fitness.

    Non resta dunque che consultare i portali di comparazione, informarsi sulle esperienze di altri colleghi e valutare con attenzione il da farsi.
  • Limitata libertà imprenditoriale  
    Entrare in un network di franchising comporta una radicata correlazione alle politiche aziendali della casa madre.

    Pertanto, l’adesione agli obblighi contrattuali è un requisito fondamentale e, in caso di violazioni, è addirittura prevista la risoluzione senza preavviso.

    Inoltre, il network può anche decidere di chiudere tutte o una parte delle palestre affiliate in qualsiasi momento.

    Senza contare, infine, che gli affiliati rispondono direttamente delle responsabilità relative ai prodotti che vengono distribuiti in nome e per conto del network.
  • Il passaparola
    Il diffondersi di informazioni o consigli negativi tra gli iscritti di un affiliato può avere pesanti ripercussioni sull’intero network.

    Pertanto, gli affiliati dipendono dal fatto che tutti seguano le regole e lavorino fianco a fianco per evitare possibili danni alla propria immagine.

L’apertura di una palestra: quale tipologia scegliere?

Un centro di arti marziali, uno studio EMS, una Fitness Boutique o un centro Yoga? Che tipo di palestra stai cercando di lanciare?

Ebbene, rispondere a questo tipo di domanda diventa fondamentale per offrire ai tuoi futuri iscritti i servizi e i prodotti più in linea con le loro esigenze.

Per aiutarti in questa difficoltosa scelta, desideriamo condividere con te le principali tendenze di mercato.

Studio EMS  

L’EMS è oggi molto in voga poiché considerato un allenamento particolarmente efficace e pratico.

Sono infatti sufficienti 20 o 30 minuti di sessione a settimana per ottenere buoni risultati.

Questo tipo di allenamento si rivolge in particolare a un target che dispone di poco tempo da dedicare al fitness ma bisogna considerare che l’acquisto dell’attrezzatura richiesta è tuttavia piuttosto costoso.

Pertanto, alla luce di queste considerazioni, gli studi EMS rappresentano una valida alternativa se si decide di posizionarsi nel segmento premium.

Centri di arti marziali

Negli ultimi anni i centri di arti marziali hanno acquisito una crescente popolarità e di conseguenza i volumi di iscritti è letteralmente schizzato alle stelle.

Del resto, praticare discipline come la boxe, il karate, il  Krav Maga e tante altre ancora permette di bilanciare perfettamente il lavoro aerobico con quello anaerobico agendo sulla massa muscolare e sulla flessibilità.

Palestre Premium 

Rispetto al resto dell’offerta fitness, le palestre premium si differenziano per il tipo di supporto fornito ai propri iscritti, così come per le attrezzature top di gamma e l’allenamento personalizzato.

Eppure c’è un rovescio della medaglia: questo modello di business deve fare affidamento a risorse economiche e temporali importanti.

Pertanto, se l’apertura di una palestra tradizionale segue percorsi diversi, nel caso delle premium bisogna mettere in preventivo l’impiego di personal trainer altamente competenti ed esperti.

Centri yoga  

Analogamente a quanto accade con le arti marziali, anche i centri yoga  registrano tassi di crescita impressionanti.

In quest’ottica, segnaliamo che nel corso del 2020 sono stati i cosiddetti centri ibridi yoga a farla da padrone, ovvero quegli studi che offrono la tradizionale disciplina dello yoga abbinata ad altri sport come la danza o la musica.

Inoltre, tra le altre tendenze in materia di yoga non possiamo non citare lo HIIT yoga e il gin yoga.

Risulta quindi evidente come l’offerta yoga sia in forte espansione. Una circostanza, questa, da non trascurare nell’apertura di una palestra.

Palestre in franchising  

Abbiamo già analizzato i vantaggi e gli svantaggi relativamente all’apertura di una palestra in franchsing ma senza ombra di dubbio questa resta una delle alternative maggiormente considerate inizialmente.

L’apertura di una palestra: la scelta del nome

Uno dei fattori chiave nell’apertura di una palestra è rappresentato dalla forma giuridica prescelta.

Nel caso si opti per un network di franchising, la questione viene chiarita rapidamente tanto che solitamente è sufficiente aggiungere la località accanto al marchio a cui si aderisce.

Diverso, invece, il discorso relativo alle palestre indipendenti per le quali la scelta di un determinato nome gioca un ruolo fondamentale in termini di riconoscibilità e posizionamento.

In quest’ottica, molti studi dimostrano purtroppo che la ricerca di un marchio è un’attività spesso molto sottovalutata dai gestori di palestre e completamente slegata dalla strategia di prodotto.

É buona norma, quindi, procedere con estrema cautela su questo aspetto cercando di restare ancorati al proprio piano strategico, analizzare attentamente il contesto che si desidera presidiare ed evitare eventuali connotazioni negative in altre lingue.

Al netto di queste considerazioni, una volta giunti alla definizione di un brand, è importante verificare che la medesima denominazione non sia stata già registrata altrove da altri soggetti.

Pertanto, prima di conferire un determinato nome alla tua palestra, assicurati che non sia già utilizzato da altre aziende.

Così facendo, infatti, non dovrai preoccuparti di eventuali violazioni di diritti d’immagine e sarai libero di utilizzare il tuo marchio sia online che offline.

A tal proposito, assicurati anche che il nome prescelto per la tua palestra sia disponibile come dominio web. Lo potrai utilizzare per realizzare il tuo sito.

L’apertura di una palestra: la location ideale

Determinare la corretta location per la propria palestra è fondamentale e questo tipo di operazione è agevolata dall’analisi del bacino d’utenza che si intende intercettare.

La crescente domanda di fitness, lo sappiamo bene, ha come effetto diretto quello di favorire l’arrivo di nuovi player sul mercato.

Non sorprende, quindi, che una palestra facilmente accessibile al target di riferimento, provvista di parcheggio per auto e biciclette e vicina ai principali mezzi di trasporto possa contare su una serie di vantaggi competitivi molto importanti.

Pertanto, determinare l’ampiezza del potenziale bacino di utenza diventa fondamentale ai fini della corretta individuazione della location da prediligere.

Infine, suggeriamo di verificare attentamente anche la presenza e numerosità di concorrenti posizionati nello stesso segmento. Una circostanza, questa, facilmente verificabile attraverso strumenti come per esempio Google Maps.

L’apertura di una palestra: conclusione

Le decisioni più importanti le hai già prese, ottimo lavoro!

Infatti, hai considerato i vantaggi e gli svantaggi di un sistema di franchising, hai piena consapevolezza del concept di palestra che vuoi avviare, hai identificato il marchio e hai determinato anche la location più appropriata ed il posizionamento online ed offline.

Nel prossimo articolo, invece, ci occuperemo dell’avvio concreto del tuo progetto imprenditoriale con un particolare focus sul calcolo dei costi da sostenere in termini di acquisizione.

Non ci resta che augurarti una buona lettura e, ovviamente, una buona giornata!

Hai altre domande?
Michele di Magicline è lieto di poter rispondere alle tue domande.

Magicline ti ha incuriosito e desideri maggiori dettagli sulla nostra soluzione software? Richiedi pure una consulenza gratuita e saremo lieti di ascoltare le tue necessità

Michele Parisi

il Febbraio 10, 2021

time graphic
5 min
Abortire
Iscriviti subito alla Newsletter di Magicline e non farti perdere niente
Sei un cliente Magicline?
Accetta l'abbonamento
Grande, ci siamo quasi!

Controlla la tua casella di posta elettronica per vedere se il nostro invito alla newsletter è arrivato e confermalo per rimanere informato in futuro.

Utilizzando questo sito Web, acconsenti all'uso dei cookie in conformità con la nostra politica sulla privacy.