Avviare una palestra di successo | Blog Magicline Italia [INTERVISTA]

Avviare una palestra di successo: la testimonianza di Henning Humbert

i consigli di chi ha già iniziato

Come avviare una palestra

Negli ultimi 3 articoli del nostro blog ci siamo concentrati sulle migliori strategie da adottare per avviare una palestra di successo.

Nell’articolo di oggi, invece, passeremo dalla teoria alla pratica grazie alla testimonianza di Henning Humbert , co-fondatore della nota struttura sportiva TIEGEL di Emsbüren, in Germania.

Henning ed il suo socio Alexander stanno aprendo ora un nuovo centro sportivo e partiremo proprio da questo contributo per mettere in pratica ciò che abbiamo appreso in precedenza e verificare nel concreto come avviare una palestra

Avviare una palestra: cenni su TIEGEL Gym

Distribuita su una superficie di oltre 1500 m2 che garantiscono ben 80 postazioni di allenamento collocate in diverse 10 aree, la palestra TIEGEL di Emsbüren si posiziona nel segmento dell’offerta fitness Premium.

Non a caso, infatti, il design con cui è stato realizzata questa struttura è ricercato ed interpreta alla perfezione i bisogni della propria utenza, un luogo creato dagli atleti per gli atleti.

Sempre alla ricerca di un’atmosfera molto speciale che garantisca a grandi e piccini il pieno raggiungimento dei propri obiettivi fisici, Henning e Alexander, condividono costantemente sui social media l’avanzamento dei lavori.

Così facendo, avviare una palestra diventa un vero e proprio viaggio che accompagna gli interessati in tutte le fasi di sviluppo della struttura e li rende partecipi di un percorso avvincente ed entusiasmante fin dall’inizio.

I soci fondatori

L’intervista a Henning Humbert

Ciao Henning!

Prima di tutto desideriamo ringraziarti per il tempo che hai voluto dedicarci.

Sappiamo quanto oneroso possa essere avviare una palestra e per questa ragione apprezziamo ancora di più la tua disponibilità!

“Grazie a voi per l’opportunità e, ovviamente, con piacere!”

Cosa rende speciale la tua palestra e in cosa si differenzia dalle altre?  

“La nostra palestra è stata progettata e costruita da zero grazie all’importante contributo di numerosi atleti.

Un approccio olistico, il nostro, che copre ogni aspetto dello sport e della salute sin un contesto caratterizzato da un’atmosfera davvero speciale. Nello specifico:

  • Postazioni di allenamento distribuite in ben 10 diverse zone
  • Attrezzatura nuovissima e di alta qualità
  • Area esterna con campi da sport con la palla
  • Lounge comune come area di aggregazione sociale e intrattenimento
  • Seminari e workshop formativi
  • Pianificazione e supporto all’allenamento individuale
  • Attenta analisi dei bisogni degli iscritti“

Cosa si cela dietro il nome della tua palestra?

“Al momento della definizione del marchio, non nascondo che ci abbiamo dovuto ragionare a lungo.

Alla fine abbiamo optato per ‘GYM’ poiché questo termine identifica univocamente un luogo di esercizio fisico e mentale e che si adatta perfettamente al nostro concetto du business.

La parola “TIEGEL”, invece, è un termine industriale che indica un recipiente in cui vengono create nuove sostanze attraverso il processo di surriscaldamento dei materiali”.

Nel nostro immaginario, questo termine esprime perfettamente l’idea di coniugare gli obiettivi di allenamento con l’ambiente circostante.

Nella nostra palestra, infatti, gli obiettivi dei nostri atleti e il nostro ambiente di allenamento diventano una cosa sola.

Del resto, il fatto che il nostro centro sportivo sia situato in una zona industriale non è casuale”.

Come mai hai deciso di avviare una palestra costruendola da zero?

“Al momento della decisione, nessun edificio esistente ci sembrava all’altezza delle nostre aspettative.

Realizzare un nuovo edificio ci ha permesso di progettare con maggiore libertà e muoverci nella direzione che ritenevamo più opportuna.

C’è poi da considerare che la struttura in questione rappresenta un luogo ideale per la nostra palestra.

Infatti, è circondato dalla natura, offre tanto spazio per attività all’aperto, permette di beneficiare di servizi come la sauna, il centro benessere e piscina, non costituisce disturbo alcuno e rappresenta un’oasi di tranquillità”.

A quale target di clientela si rivolge la tua palestra e come lo intercetti?

“Per prima cosa, abbiamo raccolto una serie di informazioni sul tipo di atleti presenti nella zona, ovvero ci siamo sforzati nel comprendere il bacino d’utenza potenziale.

A tale scopo è stata realizzata un’analisi molto dettagliata che affrontava variabili come i livelli di difficoltà degli obiettivi fisici, la potenziale offerta fitness da proporre, le modalità di fruizione dei servizi, etc.

Successivamente abbiamo classificato queste variabili attraverso dei modelli di sviluppo che ci hanno permesso di risalire ai profili maggiormente in linea con il nostro concept di business e sulla base di queste informazioni abbiamo poi progettato l’infrastruttura e le relative aree di allenamento.

Un target che abbiamo individuato, per esempio, riguarda quello composto da atleti dediti agli sport con palla o, ancora, quello rappresentato da atleti dediti alla cura del proprio corpo e della propria salute.

In Tiegel Diamo priorità all’interazione sociale ed allo sviluppo e desideriamo creare una comunità in grado di accogliere qualsiasi target il cui processo di integrazione avvenga organicamente”.

Che ruolo hanno i social media per te?

“Avviare una palestra non è una cosa semplice e soprattutto all’inizio diventa fondamentale ingaggiare i futuri clienti condividendo in anteprima gli ambienti della struttura, illustrando il modello di business e dando visibilità dell’offerta fitness pensata.

Grazie ai nostri Social Network, in particolar modo Instagram e Facebook, raggiungiamo le persone che sono interessate allo sport e, quindi, i nostri potenziali clienti.

Forniamo loro contenuti di valore e garantiamo alti livelli di interazione con la nostra utenza social.

Finora non abbiamo ancora utilizzato troppo la pubblicità analogica, ma lo faremo certamente in futuro in modo da sviluppare un approccio multicanale.

L’importanza che per noi riveste la nostra community ci porta ad adottare un approccio comunicazionale improntato alla trasparenza ed alla condivisione, sia per gli iscritti che per i futuri abbonati.

In definitiva, attraverso i Social Network realizziamo la nostra community”.

Concordiamo perfettamente sull’utilizzo di questi strumenti, tanto che ne abbiamo parlato molte volte sul nostro blog, per esempio anche in un articolo dedicato alle migliori strategie da utilizzare per Instagram.

Quale personale è necessario per avviare una palestra?

“Dipende dal numero di iscritti e dall’obiettivo che ci si pone.

Ad esempio, ci sono catene internazionali che vantano diverse migliaia di iscritti gestiti da pochissimi trainer, un concetto di business profondamente diverso da uno che, invece, punta alla personalizzazione dei propri servizi.

In TIEGEL abbiamo lavorato ad un approccio che prevede un maggiore impiego di risorse in fase di avvio in modo da garantire efficienza e funzionalità.

Nella fase di sviluppo del business, invece, non è certamente esclusa la possibilità di impiegare personale aggiuntivo in quanto l’inserimento di nuovi servizi e prodotti potrebbe portare a nuovi innesti di risorse per rispondere efficacemente alle mutate esigenze della nostra clientela.

Perché hai deciso di affidarti al software per palestre Magicline per la tua struttura?

“Un paio di anni fa, quando abbiamo avuto modo di conoscere Magicline al FIBO, siamo rimasti estasiati dal modo in cui il personale preposto alla presentazione del prodotto ci ha illustrato il tutto.

Ci attirato il suo design, chiaro, elegante ed intuitivo, così come il prezzo a cui veniva proposto sul mercato.

L’impressione positiva di allora oggi è divenuta ancora più forte e convinta. Cordialità, competenza ed accessibilità rendono la collaborazione molto piacevole. In definitiva, una scelta giusta”.

Qual è stato finora l’ostacolo più grande che si sei trovato ad affrontare?

“Oltre ovviamente al Coronavirus, iil processo di creazione del marchio è stato un momento complicato.

Abbiamo dovuto infatti ritirare il marchio originariamente registrato e lavorare su altre idee.

Alla fine, però, il tempo è stato dalla nostra parte e ci ha permesso di pianificare al meglio il nostro concept.

Siamo ancora in costruzione e Coronavirus permettendo, siamo determinate nell’aprire la nostra palestra entro questo trimestre”.

L’attuale emergenza sanitaria comporta certamente dei rischi. Come hai pensato di gestirli?

“Ritengo che ogni decisione importante comporti dei rischi ed è corretto esserne consapevoli.

Fortunatamente, la lista dei rischi che abbiamo considerato non ci ha impedito di portare avanti il nostro progetto.

Inoltre, sono convinto di una cosa: se avessimo investito maggiori energie e sforzi sia nei rischi che nella pianificazione del progetto, non ci ritroveremmo ora in una fase così avanzata”.

Che consiglio ti sentiresti di condividere con chi si appresta ad avviare una palestra?

“Pianificare e ri-pianificare ancora!”

Caro Henning, non ci resta che ringraziarti nuovamente per il prezioso contributo che ci hai fornito e ti rivolgiamo un grosso in bocca al lupo per l’imminente apertura della palestra TIEGEL!

Hai altre domande?
Michele di Magicline è lieto di poter rispondere alle tue domande.

Magicline ti ha incuriosito e desideri maggiori dettagli sulla nostra soluzione software? Richiedi pure una consulenza gratuita e saremo lieti di ascoltare le tue necessità

Michele Parisi

il Febbraio 25, 2021

time graphic
5 min
Abortire
Iscriviti subito alla Newsletter di Magicline e non farti perdere niente
Sei un cliente Magicline?
Accetta l'abbonamento
Grande, ci siamo quasi!

Controlla la tua casella di posta elettronica per vedere se il nostro invito alla newsletter è arrivato e confermalo per rimanere informato in futuro.

Utilizzando questo sito Web, acconsenti all'uso dei cookie in conformità con la nostra politica sulla privacy.